mercoledì 28 ottobre 2009

The Meteors in tour: arrivano a novembre in Italia i re dello psychobilly

Dopo 30 anni sono sempre gli incontrastati re dello psychobilly:
ritenuti da molti i fondatori di questo genere,
tornano in Italia per tre date
i mitici THE METEORS,
capeggiati dallo storico leader P.Paul Fenech.
Nati nel 1980 a Londra,
hanno all’attivo quasi 30 album
e la bellezza di 5500 concerti in tutto il mondo




Mi-Decay presenta:

> The METEORS <
boot tour 2009

+ the Snakes
12-13-14 novembre
+ special guests

info:
www.myspace.com/midecay
info@mi-decay.org



----------------------------------------------------------------------------------------------------
giovedì 12 novembre
@ Black Out– Roma
Via Casilina 713
ingresso 10 euro – apertura porte ore 21:00
special guests:
TBA
----------------------------------------------------------------------------------------------------
venerdì13 novembre
@ Ekidna - Modena
S. Martino sul Secchia, Carpi (MO)
Via Livorno 9
tel. 338-2374212 www.ekidna.org
ingresso 12 euro – apertura porte ore 20:00
prevendite vivaticket.it

special guests:
Vomit Tongues


----------------------------------------------------------------------------------------------------
sabato 14 novembre
@ Tunnel - Milano
via Sammartini 30

ingresso 12 euro - apertura porte ore 19:30
prevendite vivaticket.it

special guests:
Vomit Tongues


The Meteors

I Meteors, fondati a Londra da P.Paul Fenech nel 1980,dopo 30 anni di carriera sono tuttora I Re dello Psychobilly. Ritenuti i creatori di questo genere,i Meteors hanno ispirato centinaia di imitazioni ed il loro pubblico non include solo psychobillies ma chiunque dai rockabillies, punks, bikers a tutti gli alternativi e appassionati di musica in generale .


P.Paul Fenech,con l'aiuto di altri tra cui l'attuale batterista Wolfgang Hordemann,ha portato avanti il progetto The Meteors,senza mai lasciare spegnere la luce delle meteore,è infatti nell'aprile del 2009 che esce il loro successo "Hell Train Rollin",ennesimo esempio di Puro Psychobilly.


I Meteors hanno all'attivo circa 30 album,innumerevoli singoli e live records,alcuni di essi nati nel loro studio di egistrazione "in heaven" (UK),mentre altri registrati e prodotti nel nuovo studio "MaDDoG Recordings"(Ger) situato in una torre di 58mt.

L'attività musicale di P.Paul Fenech non è solamente legata ai Meteors. La sua carriera da musicista comprende 7 album da solista, 3 con i Legendary Raw Deal(suo progetto Rockabilly),ha suonato in 4 diversi side projects,indossato le vesti di produttore ed è ad oggi,un compositore di colonne sonore per numerosi film di successo,per i quali utilizza svariati pseudonimi.


Dopo oltre 5500 concerti i loro live continuano ad essere selvaggi,energici,coinvolgendo il pubblico di ogni paese del mondo dal Giappone ed Australia all'America,passando per ogni grande città d'Europa.
La Formazione attuale, rmai consolidata da anni comprende: P.Paul Fenech alla chitarra e voce, Simon Linden al contrabbasso e Wolfgang Hordemann alla batteria


www.kingsofpsychobilly.com

________________________________________

Special guests:
The SNAKES
“The real italian psychobilly”
www.thesnakes.it

Vomit Tongues
www.myspace.com/vomittongues

Il 29 novembre Punkadeka Festival al MEI di Faenza: vota la miglior punk band d'Italia

MEI 2009
Torna il Punkedeka Festival e Punk Band 2009
Domenica 29 novembre
Fiera di Faenza


Domenica 29 novembre, al MEI – Meeting degli Indipendenti di Faenza che si terrà il 27, 28 e 29 novembre, torna il Premio Punk Band organizzato da Punkadeka.it e che ormai è diventato un vero e proprio festival con esibizioni dal vivo delle migliori Punk band in circolazione. Non è un premio della critica né un concorso a premi, ma la Punk Band dell'anno viene scelta dagli utenti del web, infatti la band vincitrice sarà scelta direttamente dai navigatori internet tramite votazione on line. Naturalmente insieme alla Punk Band dell'anno sarà data visibilità alla etichetta che ha prodotto e/o co-prodotto il cd che il popolo del Web ha votato.
Punkadeka.it inoltre assegnerà degli importanti riconoscimenti speciali per il punk demo dell'anno, per la carriera, per l'impegno sociale e punk band Italiana all'estero dando la possibilità a queste band che si sono distinte per la loro proposta musicale e per il loro impegno ad esibirsi sul palco del Mei di Faenza.
E’ online il nuovo sito del Web magazine Punkadeka.it, punto di riferimento per il punk in Italia. Oltre alle nuove sezioni troverete una pagina dedicata a tutte le informazioni del Premio Punk Band al link: http://www.punkadeka.it/premio_punkband.html
Per ulteriori informazioni scrivete a: info@punkadeka.it con oggetto: PUNK BAND 2009

Yes No Maybe e Plastic Made Sofa: le nuove leve dell'indie rock made in Italy

La giovane etichetta milanese Smoking Kills
presenta i nuovi video delle sue band
YES, NO, MAYBE e PLASTIC MADE SOFA:
guarda i video su Youtube e scopri il sound
di queste due interessanti formazioni indie-new wave!
Entrambi i singoli saranno a breve inseriti
nell’attesissima compilation di Smoking Kills
che comprende anche band straniere di grande spessore


SMOKING KILLS RECORDS

Presenta

YES, NO, MAYBE
“It’s A Long Standing Friendship”

Guardalo su http://www.youtube.com/watch?v=8g9_JVgmE8M


PLASTIC MADE SOFA
“Late Nite Dancin’”

Guardalo su http://www.youtube.com/watch?v=sa4geqzVnxA

YES, NO, MAYBE


“Quando la musica è vissuta come esigenza, ti spinge a cogliere melodie dal vissuto, a convertire il quotidiano in liriche”.
Potrebbe bastare questo a definire YES, NO, MAYBE, il progetto dei pesaresi Jack e Massi (rispettivamente chitarra/voce e basso, coadiuvati da non marginali contributi elettronici).
Due diverse sensibilità musicali amalgamate in orditure sonore pulsanti, semplici ed essenziali, che disegnano atmosfere a volte oscure, a volte ipnotiche ed eteree.
La cifra stilistica della band, che rivela legami elettivi che riportano alla metà degli anni 80 ed al revival new wave della prima decade del 2000, non rinuncia alla manipolazione in chiave del tutto personale di questi riferimenti musicali, sia nel suono che nella scrittura.

PLASTIC MADE SOFA


I PLASTIC MADE SOFA nascono a fine 2007 dalle ceneri dei Les Fleurs Du Mal, band alternative rock in attività dal 2003 al 2006. Nel giro di pochi mesi i PMS costruiscono un repertorio completamente nuovo, carico di influenze britanniche e americane. La band inizia a farsi conoscere tramite web ricevendo subito risposte positive: da lì comincia una lunga serie di concerti, con buone risposte da parte del pubblico. Nel 2010 uscirà il loro primo album, che sarà pubblicato dall’etichetta milanese Smoking Kills.


SMOKING KILLS
Smoking Kills è una giovane etichetta milanese improntata improntata sulla musica indie, electro, new wave, con particolare predizione per la scoperta di sonorità innovative e contemporanee.... Tra i suoi artisti Andy Ferretti, Mercury Drops, I’ve Killed The Cat e molti altri.

Massimo Bubola: ecco la scaletta del dvd-concerto di Castiglione delle Stiviere





Si terranno venerdì 13 novembre al Teatro Sociale di Castiglione delle Stiviere (MN) le registrazioni del dvd-concerto di Massimo Bubola, il primo in oltre trent’anni di carriera.
Annunciata la scaletta della serata, che prevede l’esecuzione di tutti i grandi classici della carriera del cantautore veronese, tra cui diverse canzoni scritte a quattro mani con Fabrizio de Andrè nel periodo 1979-1990. Qui sotto i brani:






LA LUNGA BALLATA DEI LUMINOSI GIORNI
FIUME SAND CREEK
CORVI
STO SOLO SANGUINANDO
MA NON HO TE
QUELLO CHE NON HO
DINO CAMPANA
DOLCE ERICA
NIENTE PASSA INVANO
DOSTOEVSKIJ
CAPELLI ROSSI
LA SPOSA DEL DIAVOLO
CAMICIE ROSSE
URUGUAY
PUOI UCCIDERMI
ROSSO SU VERDE
DALL’ALTRA PARTE DEL VENTO
DOPPIO LUNGO ADDIO
EURIALO E NISO
ANDREA
SENZA FAMIGLIA
ENCANTADO SIGNORINA
IL CIELO D’ IRLANDA
VOLTALACARTA
TRE ROSE

I posti disponibili per partecipare alla serata sono 250. Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 0376 - 679256 o mandare una mail a cultura@comune.castiglione.mn.it

martedì 20 ottobre 2009

MEI 2009: inizia a delinearsi il programma


La tredicesima edizione del MEI è ormai alle porte, e si comincia a delineare il programma definitivo. Come di consueto, infatti, saranno molti gli artisti ad esibirsi dal vivo: tra gli oltre 50 live set si segnalano quelli degli Statuto, dei Uochi Toki, dei Vallanzaska, di Aldo Tagliapietra Plays Le Orme… e ancora Piotta, Tying Tiffany, Bud Spencer Blues Explosion, Valentina Dorme e tanti altri…

Molti i festival dedicati ai vari generi musicali, tra cui il Mei Mod, il Mei Prog, la rassegna Indipendulo e l’agguerritissimo Metal Festival. In programma anche il Mei Tech, sezione dedicata alla musica elettronica e curata dall’etichetta Minus Habens. Nel pomeriggio di sabato 28 novembre lo spazio Casa di Booklet premierà le rivelazioni del cantautorato scelte dalla FIOFA, federazione che riunisce i festival d’autore.
Numerosissimi inoltre i convegni legati alla musica, tra cui l’interessante “I grandi festival in Italia: quali prospettive?”, in programma sabato 28 novembre, e il dibattito “Musica Contro Le Mafie” (domenica 29).


Al prestigioso Teatro Masini di Faenza, si terranno inoltre due degli eventi più importanti del MEI 2009: venerdì 27 avverrà la premiazione del PIMI (Premio Italiano per la Musica Indipendente), che ha visto tra i vincitori artisti come Dente (miglior album), Zu (miglior band), Beatrice Antolini (miglior solista), Calibro 35 (miglior tour), Enrico Gabrielli (miglior produttore artistico) e Manuel Agnelli (miglior produttore discografico) Premiati inoltre la Trovarobato come miglior etichetta e Giancarlo Frigeri come miglior autoproduzione.
Durante la serata del 27 al Teatro Masini, che prevede la partecipazione di ospiti illustri del mondo della musica e non solo, la band sarda Dorian Gray sarà infine omaggiata con il Premio alla Carriera.
Sabato 28 novembre è invece in programma una serata dedicata a Fabrizio De Andrè, in occasione del decennale della morte. L’omaggio al grande cantautore genovese richiamerà il progetto “Canti Randagi”, disco uscito negli anni ’90 che prevedeva la rivisitazione delle canzoni di De Andrè in chiave dialettale etnica.

Il Meeting degli Indipendenti non dimentica inoltre il suo tradizionale impegno per la musica emergente: domenica 29 verranno infatti premiati i vincitori del Premio Rivelazione Indie-Pop e Indie-Rock. I vincitori della prima categoria sono La Fame di Camilla, Erica Mou e Deborah Petrina, mentre per la categoria Indie-Rock saranno premiati Damien, Don Turbolento e Banda Elastica Pellizza.
Sempre domenica 29 novembre è prevista inoltre la consegna del PIVI, Premio Videoclip Indipendente, il più importante concorso dedicato ai videoclip in Italia, che quest’anno ha visto oltre 300 video partecipanti.
Per aggiornamenti in tempo reale: sito ufficiale del Mei http://www.meiweb.it e scopri tutte le notizie che riguardano il prossimo Meeting degli Indipendenti.


MEI 2009: IL PROGRAMMA

SABATO 14 NOVEMBRE
Selezioni MEI
Oltre 200 band suoneranno in 25 club d’Italia: lo staff del Mei e di Audiocoop decreterà i vincitori che si esibiranno al Meeting degli Indipendenti di Faenza

VENERDI 27 NOVEMBRE
Teatro Masini
Anteprima MEI e consegna dei premi PIMI
Premiazione alla Carriera per i Dorian Gray
Prevista la partecipazione di ospiti illustri del mondo della musica e non solo

SABATO 28 NOVEMBRE
FESTIVAL
Indipendulo con Bud Spencer Blues Explosion, Valentina Dorme, Uochi Toki…
Carion – Cinico d’autore con Marcosbanda, One Way Ticket, Legittimo Brigantaggio
Mei Mod con Statuto, Spiders Top Mods, Tailor Made
Mei Tech (sezione dedicata alla musica elettronica) con Tying Tiffany, Sinclair
Maninalto Festival con Vallanzaska, Piotta, No Relax…

Casa di Booklet
Premiazione rivelazioni cantautoriali dell’anno

CONVEGNI
“Presentazione Rete dei festival Culturali Aperti ai Giovani”
“Presentazione compilation ufficiale MEI 2009: Aie d’Italia”
“Libri e Musica. Lavorare Insieme per la Musica Italiana” – Premiazione Miglior Libro Indie dell’anno
“Musica & Spot: scorciatoia per il successo?”
“Il paese è reale”
“I grandi festival musicali in Italia: quali prospettive?”

Teatro Masini
Omaggio a Fabrizio de Andrè con i Canti Randagi

DOMENICA 29 NOVEMBRE
FESTIVAL
Metal Festival con Crenshaw, Aleph, Gabriele Bellini Band…
Mei Prog con Aldo Tagliapietra plays Le Orme, Alex Carpani Band, Moon Garden

PREMIAZIONE VINCITORI PIVI
-Premio Italiano Videoclip Indipendente h 15,00 Sala Conferenze
-Premiazione Rivelazione Indie-Rock e Indie-Pop h 18,00 Sala Conferenze

CONVEGNI
“Musica contro le mafie” – Presentazione libro cd “Ad esempio a me piace… - Un Viaggio in Calabria”
“Bacheca indipendente – Nuovo Modello di business cercasi/offresi”
“Una chitarra a 100 euro – Tavola Rotonda sugli Strumenti Musicali”
“Un nuovo progetto per la musica italiana”
“Musica per Occhi”
“Riflessione sulla musica indipendente e il suo rapporto con le giovani generazioni”

CONFERENZE IN SALA STAMPA
“Presentazione Compilation Decidilo TU – Canzone per l’Abruzzo”
“Presentazione Circuito ARCI Real”
“Diritti a compenso: come incassare i propri proventi come recording artist di IMAIE”
“Il ruolo di Note Legali", ENPALS e fisco: inquadrare il proprio lavoro di musicista e docente in modo conveniente e col massimo delle tutele",
“Presentazione del Workshop E.M.PRO. a cura di Nut Studio,
"Rabbia e stile - La Musica dei Mods",
“BuskerLabel.com: the collective music”,
“Next Exit: Creatività e Lavoro, arte, musica e talento emergente”
e molti altri in via di definizione

Davide Toffolo pubblica il terzo volume della sua imperdibile saga a fumetti "Cinque Allegri Ragazzi Morti"

L'invenzione più luminosa di Davide Toffolo. Le storie a fumetti che hanno dato origine al gruppo rock Tre allegri ragazzi morti. I cinque ragazzi zombi di Toffolo, impossibilitati a crescere o morire, legati a regole di comportamento come nella tradizione dei fumetti classici, sviluppano la loro saga in una serie di nove avventure. Raccolte integralmente in tre volumi sono il modo migliore per incontrare l'immaginario di un grande autore italiano con le sue storie e la sua musica. Ogni volume infatti, in una bellissima confezione simil DVD, conterrà libro e un cd con le musiche dei Tre allegri ragazzi morti. Insomma, per la prima volta musica e fumetti in un bellissimo oggetto-libro.


TERZO VOLUME
Contenuti:

IL LIBRO
Episodi

7 - Guerre private
Cinque allegri ragazzi morti cercano di rapire Elisa dall'ospedale dove è ricoverata. L'infermiera che la assiste legge appassionata una storia a fumetti ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale.

8 - Il dono
Una ragazzina salva dallo spiaggiamento una branco di balene. Come può? I ragazzi morti si trovano ad una festa dove I fratelli Calìa, cacciatori di demoni, fanno il loro difficile lavoro. Un omaggio a DevilMan di Go- Nagai.

9 - Sotto l'acqua
L'ultima storia della serie, mai pubblicata prima.

Appendice - Portfolio - Illustrazioni.

CD - 3 / MONDO NAIF

01 - Candida l'ottimista
02 - Karaoke
03 - La qualità
04 - Una cosa speciale
05 - 1994
06 - Come mi vuoi
07 - Guerra civile
08 - Hollywood come Roma
09 – Quindic’anni già
10 - Mai come voi

MONDO NAIF
Mondo Naïf è la prima collezione di canzoni registrata da Tre Allegri Ragazzi Morti nel 1994, ed uscita solo su musicassetta. Distribuita a mano ai concerti e per le strade di Pordenone, è stato il punto di partenza dell’avventura della band. Al suo interno alcuni pezzi (come “Quindic'anni già” e “Mai come voi”) verranno in seguito registrate nuovamente, live su Piccolo intervento a vivo per Aspirine nel 1996 e in studio su Mostri e normali per BMG/Ricordi nel 1997, diventando tra le canzoni più apprezzate del repertorio. Si fanno notare anche alcuni "jingle" di sola chitarra e voce, come “La qualità” del 1994 (che criticava un Berlusconi appena sceso in campo e mai più sparito) e “Guerra civile”.

Se da un lato si sente l'influenza dei tempi (Nirvana?), dall'altro colpisce l'irruenza delle parole di Davide Toffolo, la complessità dell'immaginario creato (anche grazie alle immagini a fumetti dello stesso Toffolo), l'energia ribelle ma mai lamentosa, l'originalità, fattori che spingono un po' alla volta il gruppo verso la curiosità di tutt'Italia.

INTRODUZIONE AL PROGETTO
Con i romanzi a fumetti "Carnera, la montagna che cammina", "Pasolini" e "Il re bianco", e col recente "Très! Fumetti per il teatro", Davide Toffolo si è affermato come uno degli autori più importanti ed amati d'Italia.
Ma Davide Toffolo è conosciuto anche per essere un artista che ha messo assieme due mondi: fumetto e musica. "CINQUE ALLEGRI RAGAZZI MORTI - La serie completa" è occasione unica per vedere il risultato di questo incontro. Tre volumi di 160 pagine l'uno, pubblicati dalla Coconino Press, già editrice di altri importanti autori come Daniel Clowes, Carles Burns, Gipi, Igort, David B., Tanigichi, Maruo e di tutti i romanzi a fumetti di Davide Toffolo. Più di 500 tavole disegnate per la Marvel Italia nel periodico Fandango compongono il corpo dell'opera.

LA STORIA
La storia parla di cinque ragazzi: Gianny Boy, Vasco, Sumo, Sleepy e Mario, che tornano in vita dopo la loro morte provocata da Lidia, la strega che vuol controllarli con delle bamboline voodoo. Ma Elisa, una ragazza coinvolta nell'incidente dei cinque e rimasta in coma, diventa il loro "angelo custode" e riesce a dar loro l'autonomia della propria morte, restituendo a ciascuno la propria bambolina. Ma ci sono anche delle regole da rispettare: non interferire nella vita dei vivi, mangiare solo carne umana e non innamorarsi mai. Perché l'amore della morte equivale alla morte.

IL MONDO DI CINQUE ALLEGRI RAGAZZI MORTI
È un mondo crudele e romantico che racconta gli adolescenti ma è anche l'invenzione di un immaginario che da più di dieci anni tiene viva l'attenzione di migliaia di persone. Un omaggio al genere horror, ma con novità nella narrazione e nei temi. Sentimento, avventura, magia e horror trovano una sola comune piattaforma sulla quale incontrarsi per raccontare una novità nel panorama del fumetto. CINQUE ALLEGRI RAGAZZI MORTI è un omaggio di Toffolo ai fumetti di squadra degli anni '70. Le sue letture di bambino: ALAN FORD, I SUPEREROI MARVEL, LE STORIE HORROR EC COMICS e la novità dei fumetti giapponesi di GO-NAGAI.


L'AMORE E LA MORTE
Sono queste le due chiavi per entrare nel mondo creato da Davide Toffolo attorno alle figure dei Cinque Allegri Ragazzi Morti. Cinque ragazzi (Gianni Boy, Sumo, Vasco, Sleepy, Mario) che, oltre ad una grande amicizia, condividono anche un singolare destino, quello di essere dei morti viventi. Costretti a cibarsi unicamente di carne umana, impossibilitati a creare relazioni amorose, perché l'amore della morte corrisponde alla morte, e sempre on the road, per le strade dell'Italia, alla ricerca di cibo e di un po' di chiarezza sulla loro nuova vita. L'amore è la causa che porta alla morte dei cinque amici. Dopo uno scherzo del gruppo ai danni di Sumo e di Lidia, la ragazza del quale è innamorato, si trasforma in una violenta vendetta a base di voodoo. Vendetta che finisce per coinvolgere, oltre ai cinque, anche un'altra ragazza, Elisa, che rimarrà in coma e diventerà, grazie alla sua presenza eterica, una sorte di angelo custode dei ragazzi. L'amore e la morte. Costanti delle loro avventure, legate tra di loro da un filo sottile, ma resistente, dove soprattutto la morte finisce per perdere tutti i significati che spesso le attribuiamo e si riduce ad essere momento di una particolare catena alimentare.
Particolarità dell'opera di Davide Toffolo è proprio l'aver costruito attorno a delle premesse abbastanza classiche, da b-movie, una storia dove a prevalere sono i sentimenti forti, di amicizia, che legano i cinque ragazzi anche dopo la morte, e le tematiche adolescenziali che coinvolgono tutte le persone che si trovano a gravitare intorno al piccolo, e in costante evoluzione, mondo dei cinque giovani zombie.

venerdì 16 ottobre 2009

Giuliano Dottori "Temporali e Rivoluzioni" (indie-cantautorato)




Chitarrista dal curriculum denso di collaborazioni importanti (tra le ultime, Amor Fou e Atleticodefina), Giuliano Dottori pubblica il suo secondo disco da solista. Registrato alle Officine Meccaniche di Mauro Pagani, vede la produzione artistica di Giovanni Ferrario (musicista e produttore che vanta collaborazioni con artisti del calibro di John Parish, P.J. Harvey e Morgan).
Il disco segna definitivamente l’eleganza quale marchio di fabbrica di questo cantautore e stupisce accarezzando, con il calore di un canto sommesso e ineludibile.
Temporali e Rivoluzioni è infatti un piccolo scrigno fatto di ballate tiepide e brani più rabbiosi, arpeggi preziosi ma anche virate psichedeliche, atmosfere come brezze morbide, arrangiamenti magistralmente cuciti addosso a dieci tracce che colpiscono ognuna per la propria soffice aristocrazia sonora. Ma al centro rimane sempre la canzone, con testi amari e a tratti disincantati che toccano l’Io e il sempre più difficile mondo che sta fuori. Temporali e Rivoluzioni è un disco morbido e reattivo al tempo stesso, decisamente più aperto e maturo dell’esordio, un disco sulle crisi contemporanee, interiori e intimiste (“Chiudi l’emergenza nello specchio”) ma anche sociali (“Inno nazionale del mio isolato”) e sulla ricerca di un rinnovamento che sembra impossibile trovare. Questo disco è fatto di poesia, amara e delicata, ospitale e sempre coraggiosa.

http://www.myspace.com/giulianodottori

Co'Sang "Vita Bona" (hip hop)



I toni dell’esordio del 2005, carichi e scuri per la necessità del momento, nel nuovo album dei Co’Sang “Vita Bona” si manifestano come background di un’analisi più introspettiva, si attenuano nell’intento di smuovere, evidenziando con un auspicio positivo le potenzialità costruttive, l’orgoglio di un popolo un po’ sopito, indifferente e comunque inerme davanti alla pessima pubblicità mediatica degli ultimi anni in cui il napoletano fa tendenza perché ignorante e fa share perché violento.
L’incontro con un giovane talento come il produttore Guido Parisi e la crescita stilistica di Luchè danno un nuovo volto alle produzioni, a tratti pervase dal calore tipico dei Seventies, in altri momenti più al passo con le influenze elettroniche recenti; una simile evoluzione è presente nelle liriche, più elaborate e consapevoli. Collaborazioni con la Fuossera e Monsi du XVI, la voce soul di Raiz, Marracash, il rapper dominicano El Koyote e la star internazionale dell’hip hop francese Akhenaton.

http://www.myspace.com/cosang

Lemmings "Lemmings" (ska-rock-folk)



Un disco d’esordio eclettico e difficile da etichettare per i Lemmings. Un tempo si sarebbe parlato di “crossover” tra generi, o di “patchanka”: ora l’intento principale della band romana è trasmettere la propria idea di musica, fortemente legata all’ambito live, che permette ad ogni brano di crescere spontaneamente, senza l’assillo della collocazione in una categoria specifica.
I riferimenti sonori più evidenti sono al punk, al surf, al rock’n’roll ed allo ska, ma “Lemmings” contiene echi di reggae e anche di folk nella sua incarnazione più inquieta, quella dei Gogol Bordello…
Le apparecchiature vintage con cui è stato curato il missaggio rimandano direttamente al citazionismo di fondo, che permea le canzoni dell’album “Lemmings”: un melting pot sonoro che è stato più volte accostato alle invenzioni cinematografiche di Quentin Tarantino, fonte di ispirazione dei Lemmings anche per la sua estetica horror/pulp.


La Sindrome "L'Arena del Peccato" (rock)



Spazia tra alternative, rock classico e ballate il primo lavoro dei La Sindrome.
“L’Arena del Peccato” è un album vitale ed eterogeneo, che rivela il talento melodico del trio milanese. La registrazione del disco, autoprodotto, è curata da professionisti come Vincenzo Canini e Marco Barusso (Lacuna Coil, Elio e Le Storie Tese). Il disco inizia con le note spensierate ed armoniose di “Risvegliami”, per poi passare alle sonorità aggressive e sanguigne di “Indietro no”. Si prosegue con le emozioni di vere rock ballads come “Escape”, “Portami via”, “Save me”, e con un tocco di follia, dato dal sound grezzo e underground di “Il giorno in più”, “La mia vita senza me”, “Vertigini”. Non bisogna poi dimenticare il sano rock’n’roll di “L’arena del peccato”, e ancora il sentito ricordo dell’Abruzzo di “La mia terra”.

http://www.myspace.com/arenadelpeccato

martedì 13 ottobre 2009

Massimo Bubola: il primo dvd

Il 13 novembre si terranno le registrazioni
del primo dvd di Massimo Bubola
in oltre trent’anni di carriera musicale.
Il concerto si terrà al Teatro Sociale
di Castiglione delle Stiviere (MN),
e sarà improntato sui successi e i brani più famosi
dello sterminato catalogo del cantautore veronese,
stretto collaboratore di Fabrizio de Andrè
negli anni cruciali della sua vita artistica

MASSIMO BUBOLA
IL PRIMO DVD


Si terranno al Teatro Sociale di Castiglione delle Stiviere (MN) le registrazioni del dvd-concerto di Massimo Bubola, il primo in oltre trent’anni di carriera. Il concerto, realizzato in collaborazione con l’assessorato alla cultura di Castiglione, sarà incentrato sui successi e i brani più famosi del vastissimo catalogo del cantautore veronese, senza dimenticare le canzoni scritte in collaborazione con Fabrizio de Andrè dal 1978 al 1990, alle quali è dedicato l’ultimo album in studio di Massimo Bubola, “Dall’altra parte del vento”.

Per partecipare al concerto si può prenotare il biglietto, senza costi aggiuntivi di prevendita, telefonando all'assessorato alla cultura del comune di Castiglione delle Stiviere. I posti disponibili sono 250.

tel. 0376 - 679256 mail: cultura@comune.castiglione.mn.it

lunedì 12 ottobre 2009

Walter Marocchi Mala Hierba "Impollinazioni" (jazz-rock)


Il talentuoso chitarrista Walter Marocchi guida i suoi Mala Hierba attraverso le originali “Impollinazioni”. Attraverso undici tracce all’insegna della contaminazione mischia con gusto
jazz, rock, tango argentino, musica etnica con un’ensemble di giovani artisti (tra cui il pianista siciliano Fabrizio Mocata, già con stelle del jazz come Tavolazzi, Cantini, Fioravanti, e il trombettista Paolo Milanesi che vanta collaborazioni con La Crus, Enrico Rava, Tullio De Piscopo) provenienti dalle più disparate esperienze musicali, ma uniti dalla libertà espressiva, dalla sensibilità dal desiderio di uscire dagli schemi.

lunedì 5 ottobre 2009

Goose: 30:40 (indie)




Racconta il decennio dell’età adulta, le precarietà e le difficoltà del passaggio dai trenta ai quarant’anni: “30:40”, secondo disco dei sassaresi Goose si muove tra le influenze più disparate, tra Neil Young e i Wallflowers, passando per Wilco, Go-Betweens e il cantautorato italiano.

I testi dell’autore e frontman Stefano Sotgiu si muovono in direzione di un disincantato intimismo, con un linguaggio semplice ma estremamente pregnante. Mentre le sonorità del disco sono di matrice principalmente anglosassone, le liriche trovano la loro dimensione naturale nella spontaneità della lingua italiana, e ci offrono un quadro lucido di una metaforica partita di tennis: quella che ci vede fronteggiare ogni giorno le sfide della vita. La cover e il titolo “30:40” rimandano direttamente al punteggio di questo ideale match, tema principale della seconda prova dei Goose.

http://www.myspace.com/goosesound

JTR Sickert: You Deserve Panic (metal)




“You Deserve Panic”, “tu meriti il panico”, era forse il pensiero di Jack The Ripper quando seminava il terrore tra le prostitute nel nebbioso quartiere di Whitechapel, nella Londra Vittoriana di fine 1800. Il nome dei JTR si ispira alla teoria di Patricia Cornwell, che identifica il pittore Walter Sickert come Jack Lo Squartatore.

La musica di “You Deserve Panic”, primo full-length dei JTR Sickert, dà idealmente voce a Walter-Jack Lo Squartatore, con i toni crudi di un heavy metal contaminato con inserti di elettronica. Attraverso le atmosfere create dalla band e i suoi testi taglienti, questo album affronta temi come la rabbia, la sofferenza, la dissolutezza di una vita libertina e la speranza, nell’amara consapevolezza che inevitabilmente tutto quanto ci circonda invecchia. Le canzoni di “You Deserve Panic” rivelano i JTR Sickert come band estremamente tecnica e affiatata, nonchè pungente nella propria intepretazione di Jack the Ripper.

http://www.myspace.com/jtrsickert

Jonas First Date: Requiem To Rio (punk)




La carriera musicale dei Jonas First Date comincia, come quella di tante altre band, sul social network Myspace: nel 2006 infatti il pop-punk di “Sunday”, primo singolo del gruppo, crea un vero e proprio fenomeno di passaparola, e ancora oggi si può trovare nelle pagine di diverse persone dalle più svariate parti del mondo. Successivamente il brano viene inserito nella prima compilation di Love Kills, che vede i Jonas First Date accanto a band come Lost, The New Story e ai The Fire di Olly, ex-Shandon.

È proprio Olly ad accompagnare i Jonas First Date nella registrazione del primo disco ufficiale, “Sugar, Spice & Penicillin” (2007) e del nuovo lavoro, “Requiem To Rio”. L’ultimo album, in uscita per Bagana, rappresenta un’evoluzione rispetto al punk melodico del gruppo, che viene arricchito con sfumature dark e rock, e mette in risalto la grintosa voce della cantante Amanda. Consigliato ai fan di My Chemical Romance, AFI e Alakaline Trio.

http://www.myspace.com/jonasfirstdate

giovedì 1 ottobre 2009

John Turturro chiama gli Almamegretta per la colonna sonora del suo nuovo film

Nuovi progetti all'ombra del Vesuvio per John Turturro: l'attore italo americano, che recentemente abbiamo visto in "Miracolo a Sant'Anna" di Spike Lee, ha intrapreso la lavorazione di un film molto particolare, dedicato alla canzone partenopea, le cui riprese sono iniziate a settembre e si svolgeranno tra Napoli e New York. "Vorrei girare a Napoli quello che Wenders fece per Cuba con Buena Vista Social Club" - ha affermato Turturro - "Anche se il mio non sarà un documentario, ma un film vero e proprio, con una storia incentrata sulla canzone napoletana, senza nostalgie". L'attore ha scelto una ventina di titoli - tra i quali figurano "Carmela", "Napule è" di Pino Daniele, "Caruso" di Lucio Dalla e "Nun te scurdà" degli Almamegretta - che saranno la colonna portante della sua pellicola e che "rappresentano la modernità nella tradizione". Gli Almamegretta hanno appena terminato la registrazione di una versione ad hoc per il Film di "Nun te scurdà", alla quale hanno partecipato vari ospiti (Raiz, Pietra Montecorvino, etc.).


Gli Almamegretta saranno in tour con la nuova formazione, che vede alla voce Marcello Coleman, e con la quale sono stati protagonisti dei maggiori festival italiani, fino a fine ottobre e di nuovo dal 15 dicembre al 7 gennaio 2009. Il Tour ripartirà poi in primavera 2010 dopo l'uscita del nuovo cd "Dubfellas Vol.2", prevista per i primi mesi del prossimo anno.